I cani e la necessità della fine del mondo

Il segno dell’incombente fine del mondo non è il cane con il cappottino, che viene tenuto in braccio dalla proprietaria al tavolino del caffè e poi non appoggiato per terra, ma riposto all’interno di una tasca di pelliccia perfettamente in nuance con quella della padrona medesima, no.

Il segno della incombente e necessaria fine del mondo è che la povera bestia, sotto al cappottino, ha anche una camicetta di maglina con colletto coordinato al cappotto.

Advertisements

15 pensieri su “I cani e la necessità della fine del mondo

  1. Mi sono accorto dell’esistenza della bestia dopo tre ore, in treno, quando la signora si preparava per scendere. Altroché psicanalista qui ci vuole lo pschichiatra.

    Mi piace

  2. Chissà che in un impeto di amor proprio la povera bestiola non azzanni proditoriamente la gola della sua padrona, recidendole di botto la giugulare in un gorgoglìo di sangue e contribuendo così fattivamente alla riduzione dello spreco di CO2 sul pianeta da parte di ammassi biologici inutili.

    Mi piace

  3. E dire che esistono razze di cani oggi di compagnia per signorine impellicciate cui per anni si è chiesto di combattere nelle miniere contro ratti e altri animaletti schifosi.

    Che fine ingloriosa, la loro.

    Mi piace

  4. Gentile Galatea, io sono proprietà di una meravigliosa cagnetta a cui non ho mai messo capppottini, impermeabilini ecc.Ora è vecchiotta, sta benissimo, ogni tanto trema come facciamo noi vecchi (non per il freddo, è quella che dalle mie parti si chiama “can da burcio”, ma per l’età). Quest’anno, per la prima volta vengo quotidianamente aggredito da perfetti sconosciuti: “poareto no’l ga el paltonsin?”. Ovviamanente, quelle stesse persone non pensano che sia una cagnetta, anche se a me pare evidente, e sparerebbero col fucile a canne mozze a un senzatetto assiderato). Nel parco sottocasa vedo cani lupo e labrador effettivamente sfoggianti giubbotti di cuoio “sono cani da maschi, Mica gli metto il cappottino”. Non so che dire. Viviamo in tempi acerbi, con stima, suo Mr Vektriol.

    Mi piace

  5. Al massimo il cane dorme in casa, sul tappeto, tutto il resto è la solita tracotanza umana.
    Si cerca solo di renderli ridicoli come noi, per invidia.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.