La tempesta perfetta

Quei momenti in cui senti che è necessario che piova, perché il tempo è ormai passato, l’estate se ne deve andare, l’afa non si regge più. E allora lo aspetti e lo invochi come una benedizione, il temporale, e lo vuoi immenso, devastante, epico, un tornado, che scateni ogni forza della natura in un carosello di vento che soffia, e acqua che vien giù. Lo aspetti e lo brami, perché deve arrivare, se ne sente il bisogno, non puoi farne a meno, ci vuole: uno scompiglio che colpisca duro, lavi, diluvi e stravolga, porti via tutto. E’ il momento, è il momento, il momento perfetto, l’attimo che va colto come un giusto segno del cielo.

Non appena comincia a parlare Bossi in Riva degli Schiavoni, per esempio.

Annunci

4 pensieri su “La tempesta perfetta

  1. il brano è davvero bello, ma lo sarebbe di più senza l’ultima riga;
    sprecare l’arte di scriver così bene per ragionare di certa gente, è un delitto

    Mi piace

I commenti sono chiusi.