Siamo uomini o conti in banca

Lui, che è ricco, ma anche carino, è ossessionato dall’idea che le donne accettino di stare con lui solo per i soldi.

E tu, che l’hai notato invece perché carino e non sapevi fosse anche ricco, per mesi ti fai in quattro a rassicurarlo che no, che proprio no, ma neanche per idea, che a te piace lui e basta, e i soldi non contano una cippa.

E così lo consoli, lo coccoli, sopporti con rassegnazione le continue lamentele, il suo misurare il mondo in costi e valutare le persone in moneta sonante. Lo rassicuri, ascolti con infinita pazienza le sue lagne e le sue grane di lavoro, per i guadagni che non sono mai quelli che vorrebbe, e non sono mai quelli che gli altri credono, su quanto gli costi il tenore di vita che i maledetti soldi gli impongono di mantenere e sugli altri, che sono invidiosi perché non hanno soldi, o ne vorrebbero avere quanti ne ha lui.

E alla fine ti rendi conto che se si sta con lui è proprio solo per i soldi.

Perché non ha veramente altro, poveraccio.

 

E’ una storia di fantasia che non fa riferimento ad ex morosi reali. Al massimo, a qualche conto in banca non proprio reale, ma principesco sì.

 

 

Annunci

3 pensieri su “Siamo uomini o conti in banca

  1. Di solito non si è soli per i soldi, ma con i soldi.
    Tra tutte le forme di schiavitu’ la piu’ ridicola, e assieme la piu’ insidiosa forse.
    Ciao 😀

    Mi piace

I commenti sono chiusi.