Siate felici, arriva il Medioevo

Siccome non leggo Il Foglio – pagare per connettermi on line al suo sito mi pare davvero troppo, eh – vengo a conoscenza con colpevole ritardo di questo meraviglioso articolo di Stefania Vitulli, la quale giubila e trilla perché in America i Creazionisti, a suo dire, stanno conquistando le folle grazie ad una strategia comunicativa vincente e di impatto: conferenze a tappeto, tenute da attori più o meno noti, nei piccoli centri, musei della Creazione dedicati a famiglie e bambini, film e serial tv in cui divetti cristianissimi un tempo protagonisti di sitcom di quart’ordine sputano sulle teorie di Dawin.

Di tutto l’articolo, più che altro è il tono che mi colpisce: questa specie di allegria baldanzosa, da marcetta trionfale: come se ci fosse davvero qualcosa di cui andar fieri nello scoprire che nel XXI secolo ed in una nazione avanzata come gli Stati Uniti una gran massa di gente, compresi molti studenti di piccole università di provincia, si converte ad una idea o ad una fede perché a presentargliela senza alcuna argomentazione valida sale sul palco qualche ex bambino prodigio delle telenovele o un manichino meccanico vestito da Noè.

Chissà cosa ci trova da gioire, Stefania Vitulli, in tutto ciò. Stiamo in pratica entrando in un nuova nuova età buia propagandata per giunta da dei Savonarola d’accatto. Andiamo felici  verso nuovo Medioevo ballando e cantando, su.

Annunci

25 pensieri su “Siate felici, arriva il Medioevo

  1. “si converte ad una idea o ad una fede perché a presentargliela senza alcuna argomentazione valida sale sul palco qualche ex bambino prodigio delle telenovele o un manichino meccanico vestito da Noè”
    Ovviamente la tua domanda su quale sia l’origine della gioia della Vitulli era retorica, vero?

    Mi piace

  2. Grazie per avermi rovinato la giornata, Galatea.

    Per la linea attuale del Foglio (perchè ci ha anche scritto gente in gamba, prima degli ultimi due-tre anni di andropausa ferrariana) quello che conta è smontare i miti di un mitico “pensiero unico di sinistra”, che non esiste più da almeno un paio di decenni.
    Quindi Bush PER FORZA dev’essere rivalutato (io il Foglio lo leggevo un po’ di tempo fa, quando studiavo ogni giorno in biblioteca, e c’era ogni giorno un articolo su come le cose in realtà stavano andando bene in Iraq; poi sono partito con l’aborto e non ce l’ho fatta più), il creazionismo diventa COOL (indifferentemente se questa gente qua va convincendo gli americani che i dinosauri convivevano con gli esseri umani tipo nei Flintstones), ecc. ecc.

    Mi piace

  3. @cachorroquente: E dovevo essere l’unica che se l’era rovinata? Ecco, quello che non sopporto è anche questo tipo di atteggiamento: le cose vanno sostenute o stroncate a seconda della fazione ideologica che si sostiene, o alla voglia di sembrare fighi. Criticano tanto il sessantotto, ma sono i peggiori sessantottini rimasti in giro: solo che una volta erano conformisti e sostenenvano qualsiasi stronzata di sinistra, e adesso sono conformisti di destra, e sostengono qualsiasi stronzata venga da quella parte là.

    Mi piace

  4. E’ impressionante notare quanti sostenitori di Ned Flanders abbiano gli Stati Uniti…

    Certo che mi farebbe una certa impressione sentire il Giulianone con il suo vocione pronunciare “Salve salvino”!

    Cordialità

    Attila

    Mi piace

  5. Sissì, ma poi quando questi gran creazionisti si ammalano, siamo sicuri che vogliono essere curati in un ospedale nei cui laboratori lavorano tanti bravi biologi creazionisti? O forse le grosse aziende che vogliono far soldi fanno fare le ricerche petrografiche ad un geologo che crede che la terra sia stata creata 6000 anni fa?
    Ci sono due mondi paralleli, temo.

    Mi piace

  6. “nazione avanzata come gli Stati Uniti”: gli usa sono per 80% fermi al 1950 per il 19% dalle 6 alle 8 ore indietro all’europa, il restante 1% è già al 2020 (stanford, yale e mit).
    Il Foglio sguazza in questioni come questa: del resto ha un pubblico di fedelissimi chiuso dentro un emiciclo dal quale esce solamente per ricevere appartamenti in regalo… 🙂

    Mi piace

  7. Kirk Cameron? Il ricciolino di “Genitori in Blue Jeans”? Quello che all’epoca era su ogni copertina di “Cioè” e simili? Andiamo bene… il prossimo chi sarà, il pupazzo Uan? Mi si accartoccia lo stomaco a leggere certe cose. Anche quando credevo, non trovavo inconciliabile l’Evoluzione con l’esistenza di un dio, forse perché anche allora non l’ho mai pensato in termini biblici di divinità tribale e impicciona, sempre lì a mettere il dito nelle piaghe dell’umanità. Col tempo noto sempre maggiori similitudini tra le religioni e alcune alterazioni della percezione come il pensiero magico, i rituali ossessivo compulsivi, ecc. e anche questa fase di negazione non è che si discosti molto dall’ombra dell’istituto psichiatrico.

    Mi piace

  8. Un ateo devoto è uno che pensa, come Marx, che la religione sia l’oppio del popolo. Solo che è a favore delle droghe libere.

    Mi piace

  9. Tra l’altro questi signori confondono allegramente il creazionismo “classico” con l’intelligent design – teorie che si contraddicono.
    D’altra parte, ho sentito persone affermare che il darwinismo è confutato da numerose ricerche, le quali sono però incompatibili tra loro.

    Per i cultori dell’argomento, un blog spassoso che parla di questi argomenti:

    http://spaghettovolante.wordpress.com/

    Mi piace

  10. Bisogna dire che Lei è stata dovutamente accorta, nell’interdirmi dal Suo blog. La mia presenza Le sarebbe costata cara. Commentare qui a tarda notte, da buon artigian che riede a tarda notte, dopo i sollazzi, al suo povero ostello, era troppo facile, e aveva un che di maramaldesco…. o maramaldico? Beh, per Lei è lo stesso. Mica tutte le settimane posso deporre prova documentata della Sua pochezza di là da noi.
    Una sola cosa: quando erano conformisti di sinistra, Lei, jeune con de la dernière averse, frignava come tutti e non poteva sapere che tutti li accusavano di eccessivo anticonformismo; adesso, adesso che anche Lei ha diritto ad essere chiamata vieux con des neiges d’antan, crede che ne consegua il diritto di starnazzare di cose che ignora e che non capirebbe neppure se le conoscesse.

    Mi piace

  11. Dimenticavo. Non sia così pessimista. C’è pur sempre Lei a battersi perché non si spegni la fiammellla del secolo dei lumi.
    Non è forse, come gazzettiera, assolutamente perfetta?

    Mi piace

  12. Ma lo sa che aveva ragione il sig. Marcello, quello vero, cioè il nostro, non il Suo cicisbeo, quando ha scritto che Lei è una perfidina?

    p.s.
    Ce ne devono essere altri cinquanta, nello spam. Perché non li riesuma tutti? Così mi sputtana ulteriormente.

    Mi piace

  13. Ma lo sa che aveva ragione il sig. Marcello, quello vero, cioè il nostro, non il Suo cicisbeo, quando ha scritto che Lei è una perfidina?

    p.s.
    Ce ne devono essere altri cinquanta, nello spam. Perché non li riesuma tutti? Così mi sputtana ulteriormente.
    Sig. spillo: non era uno scherzo. Non era uno scherzo: né spegni ne fiammellla. Lei ha guadagnato molti punti con poca fatica, nella considerazione della sig.na.

    Mi piace

  14. @red.cac.: Non ho bisogno di sputtanarla, ci pensa già egregiamente da solo. Per permettere ad Erasmo di commentare, ho dovuto per un attimo toglierla dallo spam. Ci torna subito, non si preoccupi, e in automatico, così non sono più obbligata a leggere i suoi soliti deliri. Ah, tra l’altro, mi ha mandato un link in cui mi notifica una citazione sul suo blog:

    “Sappiamo pure di essere sempre interdetti, salvo pubblicazione in casi eccezionalmente meritevoli, come quello di cui sopra, perché fin da mo’ (fin da mo’!!!) i nostri commenti son di nuovo al bando.[…]ma una che legge chili di spam alla ricerca di qualcosa che le garbi pubblicare, beh, sarà anche dotata di perfidia, ma di quella di un’oca scema.”

    Sarò oca (figurarsi dunque cosa è lei, che passa le ore e i giorni a postare commenti sul blog di un’oca), ma lei comincia a perdere colpi anche con l’ortografia: mo, quando non è apocope da mo(do,) ma avverbio di tempo dialettale diffuso al sud, si scrive senza aspostrofo. 🙂

    Mi piace

  15. Lei è davvero scema. Potrei rimandarla a youtube, per le ragioni di quel fin da mo’, con l’apostrofo, ma a che servirebbe? Sì, mi rimetta nello spam automatico, così si evita pure il solito sangue marcio.

    p.s.
    Ho qualche dubbio su chi si sia sputtanato di più. Forse, se mi avessi bannato subito, appena ti ho autorizzata… ma così, con la scusa del topo gonzo, hai mandato in merda anche la pretesa democraticità. Di’ però ai tuoi cicisbei di fare il giro da Erasmo o da Frine o da Marcoz, quando vengono a leggerci… ma diglielo brevi manu, non qui sopra, che qualcuno ha strizza.

    Mi piace

  16. @red. cac.: Lei invece è fantastico…soprattutto la parte in cui dice che mi ha autorizzata a bannarLa… meraviglioso. Certo, il suo psichiatra è disperato, però per noi è tutto divertimento gratuito. 🙂

    Mi piace

I commenti sono chiusi.