Realtà alternative

Berlusconi: “In Italia l’informazione racconta tutto il contrario della realtà

La Canalis e Clooney, per esempio, non stanno davvero insieme.

Boffo è uno sciupafemmine.

Azz, ma allora anche Silvio guarda Voyager!

(Lo sapevo, io, che se le cose vanno male è perché Prodi è ancora Presidente del Consiglio!)

Il Premier giustamente furioso: non sopporta concorrenti nel ramo produzione fiction.

Spiazzati i cittadini: non sospettavano che in Italia ci fosse ancora una informazione.

Però chiariamolo una buona volta: quelle della stampa comunista sono perfide bugie. Quelle dei giornali di destra creative invenzioni.

Annunci

5 pensieri su “Realtà alternative

  1. Ho letto l’articolo di Paolo Barnard. Sinceramente, Area, mi sembra anche quello un bel cumulo di comuni banalità, che, a differenza delle mie battute, si presentano persino come chissà che acute riflessioni.
    Che dice, in buona sostanza? Che la sinistra non sa far di meglio che qualche spocchiosa campagna da intellettuali progressisti, che tutti da sempre inciuciano perché la politica è marcia, e che in questo paese Berlusconi non è una causa, ma un effetto.
    E grazie tante, non me n’ero accorta!
    Che il regime non c’è perché in tv c’è Travaglio che ogni tanto può dire che Berlusconi è un corrotto, o Crozza che lo può garbatamente prendere per il culo.
    Bene, ok, guarda, gli do ragione. Smettiamo di prendere persino per il culo Berlusconi, anzi, smettiamo anche di criticarlo, a questo punto. Tanto non è che se io e tutti smettiamo di dire quelle che saranno anche desolanti banalità, ma sono cose comunque vere, Berlusconi migliora o sparisce. Spiacente, sarò banale, ma io credo che Berlusconi sia un individuo imbarazzante per questo paese, che abbia una mentalità inadeguata a guidare un paese moderno, che abbia dei collaboratori assolutamente inadatti ai compiti che sono chiamati ad assolvere, che i metodi con cui sono stati scelti siano poco trasparenti e vergognosi, che le scelte fatte dal suo governo siano indifendibili, le politiche finora proposte ridicole, e che tutta la squadra di governo, per giunta, dimostri ad ogni piè sospinto di non avere la più pallida idea di quali siano le basi della democrazia. Lo penserei, ci tengo a chiarirlo, persino se Berlusconi fosse di Sinistra, e indipendentemente dal fatto che la Sinistra sia contraria a Berlusconi.
    Sono stata chiara, anche se banale?

    Mi piace

I commenti sono chiusi.