Fattori, e i quadri che parlano dell’Italietta

Dunque, io ve la vorrei anche spiegare, la mostra di Fattori a Padova. Ma c’è un problema: io non capisco niente di arte. Quando mi mettono davanti ad un quadro, quelli bravi sanno spiegarti che la pennellata è così, e lo spazio viene scandito dalle linee e la prospettiva è in un certo modo. Io […]

L’orgoglio veneziano (ai tempi di Brugnaro)

Siccome Spinola è Spinola, e cioè un buchetto di campagna che alle volte persino il Padreterno, se gli chiedono dove l’ha messo, ci deve pensare un attimo, e siccome però Spinola è sempre stata ai confini con Venezia, appiccicata appiccicata, che se ti distrai un attimo, per dire, manco ti accorgi che è finito il […]

Beni da profugo

La Danimarca ha approvato una legge che consente di confiscare ai profughi i beni di valore per pagare le spese della loro accoglienza. Belle le prospettive per un profugo: se riesci a scappare da quelli che fanno la guerra e ti hanno portato via quasi tutto,quel poco che sei riuscito a salvare quando arrivi in […]

Diplomazia ignuda

Probabilmente sarà perché non sono una fine diplomatica e non capisco nulla di equilibri internazionali e di relazioni pubbliche, ma a me viene spontanea una domanda: se devi organizzare una conferenza stampa con un iraniano che notoriamente ha qualche problema con il nudo in tutte le sue forme, anche se artistiche, perché ti intestardisci a […]

La compagnia di giro del Family Day

Quello che ha tre famiglie da mantenere, e perciò deve difendere la famiglia unica, o addio stipendio da deputato. Quello che ha l’amico cardinale che si fa inviare a casa procaci cugine, di famiglie però tradizionalissime. Quello che vuole la moglie sottomessa e spera che la Provvidenza gli regali anche un full d’assi, ogni tanto, […]

Pigrizia antica

Gli antichi romani, per esempio, non avevano scrivanie negli studi. Leggevano, scrivevano e studiavano stesi sui divanetti. Quindi, sia ben chiaro: quando mi vedete come in questi giorni sprofondata sul divano a leggere e digitare nel mio studio, non sono pigra, sono antica romana.

Games of Byzantium

C’è un re folle che non dorme la notte, si aggira per la reggia come un fantasma, dichiara guerre, maltratta i fedeli servitori, vessa il popolo e ordina stragi. C’è una regina sgualdrinella assai, che è venuta su dal niente ed ora che è sul trono approfitta per promuovere i suoi fedeli ed intrallazzare parecchio, […]

Tutte le cose da NON fare quando si cercano lettori o clienti per mail

Alle volte internet ti fa venire dei dubbi amletici, di cui fatichi a trovare la risposta. Per esempio, sono io che attiro gli idioti, o sono talmente tanti che ci si inciampa di continuo pur non avendo alcuna propensione? Il primo gennaio, tanto per cominciare bene l’anno, trovo una mail di un tizio che non […]

Auguri democratici.

E dopo aver passato le ultime ventiquattro ore a sentire discorsi di auguri e auguri che auspicavano a chiunque qualunque cosa, e sottilmente però indicavano agli altri come si dovrebbe vivere la vita, ho deciso che io, quest’anno, non vi auguro niente. Fate un po’ come vi pare, e ciao.

Perché Stars Wars non lo possiamo pensare in Italia

Sono appena stata a vedere l’ennesima puntata della saga di Stars Wars, e finalmente ho capito perché questi giocattoloni romanzeschi non riusciamo nemmeno a concepirli in Italia. È che con i tempi che corrono se nella famiglia Camminatoredistelle il figlio Luca annunciasse ai genitori di voler studiare da Jedi, mamma e papà gli direbbero: «Ma […]

Regali di Natale

Di solito io non scrivo narrativa. Però, nella vita, bisogna cimentarsi con qualcosa di nuovo. E allora, visto che ad Archeostorie volevano un racconto di Natale, ho provato a scrivere un racconto racconto, ambientato in un Natale molto particolare: nell’anno 800 d.C., a Roma, dove sta per essere incoronato come imperatore Carlo Magno. C’è un […]

Famiglie non tradizionali

«Ok, stavolta abbiamo tutto, ho ricontrollato, possiamo partire.» «No, aspetta, Nino, c’è un problema: il barattolino della pasta madre!» «Vabbe’, ma andiamo via tre giorni in hotel, non devi fare il pane!» «Lo so, ma mica posso lasciarla così, la pasta madre, mi ha detto Enrica che me l’ha data, è viva, bisogna rinfrescarla ogni […]

Il presepe di Atlas Ufo Robot

E niente, è più forte di me: a me i cosiddetti atei/agnostici/non credenti che però vogliono la recita a scuola con i canti di Natale perché ricordano che da piccoli si commuovevano tanto quando intonavano con la maestra Tu scendi dalle stelle ricordano tanto i quarantenni sfigati che organizzano le serate nostalgia con il karaoke di […]